Le opere

È un viaggio nel tempo alla scoperta
dell’immenso patrimonio artistico e culturale italiano quello di Arts of Italy,
l’innovativo progetto voluto da OVS che si propone di
sensibilizzare alla tutela e alla valorizzazione delle bellezze artistiche del nostro paese.
Scopri le opere coinvolte nel progetto, fotografate da Giorgia Benazzo.

Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

La volta

La decorazione a mosaico della volta del Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna è ricoperta da fiori geometrici come cristalli e stelle stilizzate che risplendono sullo sfondo di un cielo notturno. Grazie a un magico gioco di contrasti tutti gli elementi rappresentati sono messi in risalto rendendo la luce, simbolo della grazia divina, assoluta protagonista di questo capolavoro del V secolo.

Scopri l'opera

Cattedrale di Salerno, Salerno

I mosaici

I preziosi mosaici della cattedrale di Salerno, decorati con tarsìe marmoree policrome, sono opera dei maestri della scuola cosmatesca, i quali ripresero il repertorio musivo dell'antichità, reinterpretando gli stessi motivi geometrici in chiave simbolico-religiosa e rinnovando le tecniche attraverso una minuta scomposizione delle figure, fino a utilizzare tessere di soli pochi millimetri.

Scopri l'opera

Domus del Mito, Sant'Angelo in Vado, Pesaro e Urbino

I mosaici

Nella Domus del Mito di Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro e Urbino, si stende un maestoso mosaico pavimentale composto da migliaia di tessere che ritraggono personaggi mitologici, scene di caccia e decori geometrici. Costruita tra il I e il II sec d.C, la domus rappresenta uno dei più importanti ritrovamenti archeologici degli ultimi 50 anni.

Scopri l'opera

Basilica di San Pietro, Tuscania

Il rosone

Il rosone della facciata di San Pietro, chiesa romanica di Tuscania, in provincia di Viterbo ricorda un ricamo a cerchi concentrici. La decorazione circolare a tre livelli, simbolo della Santa Trinità, culmina al centro con l'elegante forma di un fiore a dodici petali ed è delimitata, agli angoli, dalle figure allegoriche dei quattro evangelisti.

Scopri l'opera

Museo Archeologico A. Salinas, Palermo

Il Mosaico delle Stagioni

La trionfante figura di Nettuno, divinità dei mari, spicca nel grandioso mosaico delle stagioni rinvenuto nel complesso di villa Bonanno, a Palermo, e ora conservato presso il Museo Archeologico A. Salinas. Il busto del dio, insieme ad altre raffigurazioni allegoriche, è racchiuso in un pannello ottagonale decorato ai bordi con un raffinato motivo ornamentale a doppia treccia.

Scopri l'opera

Villa Romana di Russi, Ravenna

I mosaici pavimentali

Somiglia a una grande scacchiera il motivo geometrico a stelle e losanghe bianche e nere che decora i mosaici del pavimento del tablinum, la sala di rappresentanza della villa romana di Russi, a Ravenna. Con una superficie di circa 8000 mq, il complesso, ritrovato in occasione di uno scavo alla fine degli anni Trenta, è uno dei più grandi ed estesi dell'Italia settentrionale.

Scopri l'opera

Chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza, Roma

La cupola

Un insolito perimetro di linee rette e curve forma la base della cupola della chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, a Roma, progettata dal genio creativo di Francesco Borromini nel 1642. La sua struttura dalle geometrie complesse si sviluppa in altezza creando un ideale percorso ascensionale che culmina in un cerchio perfetto, luminoso e stellato, simbolo di sapienza divina.

Scopri l'opera

Basilica di Santa Maria in Cosmedin, Roma

I mosaici pavimentali

Tessere di porfido, granito, serpentino e di altre pietre preziose compongono i sontuosi mosaici della Basilica romanica di Santa Maria in Cosmedin a Roma. I pavimenti, arricchiti da tasselli variopinti realizzati combinando i diversi materiali creano trame dai colori brillanti che ricordano ricami floreali e motivi geometrici, secondo i tipici stilemi decorativi cosmateschi.

Scopri l'opera

Domus Romana, Spoleto

I mosaici pavimentali

Quadrati, rombi, triangoli ed ottagoni concentrici caratterizzano i rigorosi motivi decorativi dei mosaici pavimentali della domus romana di Spoleto, risalente al I secolo d.C. L’edificio, attribuito alla madre dell’imperatore Vespasiano e riportato alla luce nel 1885, ha conservato una pavimentazione originale dominata da un elegante contrasto di tessere bianche e nere.

Scopri l'opera

Palazzo Ducale, Venezia

La scala dei giganti

La monumentale Scala dei Giganti di Palazzo Ducale a Venezia, realizzata alla fine del Quattrocento, collega il cortile alla loggia interna ed era il luogo dove avveniva l’incoronazione del Doge. Il suo nome deriva dalle imponenti statue poste al culmine della scala come simboli dell’egemonia e della potenza della Serenissima.

Scopri l'opera

Curatela del progetto, ricerca delle opere e redazione dei contenuti a cura di Davide Rampello, Greta Carandini e Tania Di Bernardo.

High
Mid
Low

Titolo

Descrizione