I Capuleti e i Montecchi

Opera in due atti.
Libretto di Felice ROMANI.
Musica di Vincenzo BELLINI.
Prima esecuzione: 11 marzo 1830, Venezia.

Ispirata alla celebre tragedia di Shakespeare, l’opera racconta la storia d’amore segreta tra Romeo e Giulietta: un sentimento osteggiato dalle rispettive famiglie veronesi, i Capuleti e i Montecchi, da sempre rivali tra di loro in un conflitto senza risoluzione che provocherà disordini, intrighi e la tragica morte dei due innamorati.

Nell’atto II, Romeo rimane solo con la sua amata e credendola morta le rivolge una preghiera d’amore prima di bere il veleno di cui resterà vittima.
Le struggenti parole di questa drammatica aria sono opera di Felice Romani, autore di ben 7 delle 10 opere di Bellini, il quale lo considerava il più grande tra i librettisti del suo tempo.

Giulietta Capuleti si innamora di Romeo Montecchi, figlio della famiglia della fazione rivale nella Verona del XIII secolo. In un mondo di intrighi, lotte e rivalità Giulietta sfida tutto e tutti per amore arrivando fino a fingersi morta per fuggire con il suo amato. Il grande successo dell’opera di Bellini diede per la prima volta notorietà in Italia all’allora sconosciuta tragedia di Shakespeare.

Vincenzo Bellini
(1801-1835)

Vincenzo Bellini, originario di Catania, è diventato grazie alla sua musica un vero e proprio simbolo della città siciliana che gli ha dedicato numerosi monumenti: dal Teatro che porta il suo nome dopo la celebre rappresentazione della "Norma", alla Villa Bellini, uno dei giardini pubblici più belli d'Europa, fino al monumento di Piazza Stesicoro. Ma il compositore, emigrato da Catania per trovare fortuna a Napoli, poi a Milano, Londra e Parigi è stato ammirato dai suoi concittadini non solo per la bellezza delle sue opere, ma anche per aver incoraggiato le speranze di tutti coloro che hanno lasciato la città per realizzare i propri sogni altrove.

Scopri