La Traviata

Melodramma in tre atti.
Libretto di Francesco Maria Piave.
Musica di Giuseppe VERDI.
FONTE LETTERARIA: La signora delle camelie, di Alexandre Dumas figlio.
Prima esecuzione: 6 marzo 1853, Venezia.

Il dramma lirico de La Traviata racconta la passionale storia d'amore fra Alfredo, un ricco giovane, e Violetta, una cortigiana parigina. La famiglia di Alfredo, preoccupata che Violetta voglia spogliare il figlio delle sue ricchezze, le chiede di rinunciare al suo amato. I pregiudizi sociali divideranno i due amanti, riuniti dalla verità e dall'amore solo qualche istante prima della tragica morte di Violetta.

Seppur brevissima, questa frase musicale rappresenta uno dei passaggi più commoventi dell’opera: Violetta sta dicendo addio al suo amato, all'insaputa di lui. La battuta è stata citata in svariate opere cinematografiche: da "Il Gattopardo" di Visconti a "E la nave va" di Fellini, fino al finale di "Pretty Woman", che può essere considerato una "Traviata" a lieto fine.

Violetta Valery è una cortigiana parigina che si innamora di Alfredo Germont, ricco giovane conosciuto a una festa. Un amore intenso e passionale li travolge ma sarà osteggiato dai pregiudizi sociali e dalla famiglia di lui. Nonostante la prima interpretazione di Violetta alla Fenice di Venezia si rivelò un fiasco, il suo personaggio diverrà la figura femminile più celebre dell’opera mondiale.

Giuseppe Verdi
(1813-1901)

Giuseppe Verdi è’ riconosciuto come il compositore d’opera probabilmente più importante di tutti i tempi e le sue opere restano ancora oggi le più conosciute ed eseguite di tutto il mondo. Famoso per il suo impegno politico, essendo testimone musicale del Risorgimento, Verdi ha per sempre rivoluzionato la lirica anche grazie all’originalità con cui ne ha interpretato i caratteri romantici, creando dei personaggi che sono passati alla storia per la forte drammaturgia di sentimenti e risvolti psicologici assolutamente realistici per l’epoca, in bilico perenne tra passioni individuali e impegno sociale.

Scopri